In questa sezione sono raccolti riassunti sintetici di ogni singolo capitolo dei Promessi Sposi. Ogni episodio è diviso in meta-scene titolate in modo da facilitarne la memorizzazione.

Riassunto del capitolo 2 dei Promessi Sposi

La notte di don Abbondio. In una notte di incubi. Abbondio decide di risolvere la situazione trovando una scusa per rimandare il matrimonio.

Renzo a casa di don Abbondio. Renzo, il promesso sposo, si reca di buon'ora da don Abbondio per gli ultimi accordi matrimonio, ma il curato con mille scuse riesce a rimandarne la celebrazione. Il giovane, contrariato, sta per allontanarsi quando incontra Perpetua e intuisce dalle sue allusioni di essere stato ingannato.

Don Abbondio rivela il complotto di don Rodrigo. Renzo torna dal prete con fare minaccioso, e don Abbondio, dopo reticenze e resistenze, si trova costretto a rivelargli l'intrigo e il nome del responsabile: don Rodrigo.

Renzo si reca a casa di Lucia. Con mille pensieri di vendetta, Renzo si reca a casa di Lucia, dove tutto è pronto per il matrimonio. La chiama in disparte e le comunica il triste inconve­niente.

Il matrimonio viene rimandato. Con la scusa di un improvviso malessere di don Abbondio, si annuncia alle donne e a tutti gli invitati che il matrimonio non verrà celebrato.

Riassunto del capitolo 3 dei Promessi Sposi

Lucia svela la persecuzione di don Rodrigo. Lucia rivela a Renzo e alla madre Agnese le insidie di seduzione subite negli ultimi tempi da don Rodrigo, e taciute a loro per consiglio del suo confessore, fra Cristoforo, e nella speranza che il matrimonio avrebbe messo tutto a tacere.

Renzo si reca dal dottor Azzecca-garbugli. Dopo lo scoramento e il dolore, su consiglio di Agnese si cerca come prima soluzione l'aiuto della legge. Renzo si reca dall'avvocato Azzecca-gar­bugli per avere un consiglio, e trova in effetti una legge che lo difen­de: ma l'avvocato lo caccia via non appena viene a sapere che l'an­tagonista è il potente don Rodrigo.

Fra Galdino a casa di Agnese e Lucia. Intanto a casa delle donne giunge fra Galdino, un cappuccino incaricato di chiede­re l'elemosina delle noci. Lucia gli chiede di avvertire in convento fra Cristoforo, perché venga al più presto a trovarla.

Renzo ritorna a case dalle donne. Di lì a poco giun­ge Renzo, deluso per l'insuccesso della sue spedizione, il quale sfoga con le donne la propria amarezza prima di tornare a case sua. Cosi, in mestizia, si conclude quello che doveva essere il più gioioso dei giorni per i due promessi sposi.

Riassunto del capitolo 4 dei Promessi Sposi

Fra Cristoforo si avvia a casa di Lucia. All'alba del gior­no dopo, fra Cristoforo esce dal convento diretto a casa di Lucia. La dolcezza del panorama naturale fa da contrasto con la miseria delle figure umane che incontra, segno evidente della carestia che sta minacciando il paese.

La giovinezza di fra Cristoforo e ii duello. Qui l'Autore inserisce l'avventurosa biografia di fra Cristoforo. Figlio di un ricco mer­cante, si chiamava Lodovico ed era giovane di forti passioni. II deside­rio di primeggiare, unite a un innato senso della giustizia, lo portò a inimicarsi i potenti della sue città. II momento decisive della sua vita è costituito dal duello e dall'omicidio di un aristocratico prepotente.

La vocazione religiosa di fra Cristoforo. II rimorso per l'atto compiuto lo induce alla conversione religiosa e alla dedizione verso il prossimo. Entra nell'ordine dei cappuccini e inizia una vita di atti­va santità in difesa degli umili.

Fra Cristoforo arriva a casa delle donne. Turbato dal pensiero dei pericoli che può correre Lucia, fra Cristoforo si affret­ta e giunge a casa delle donne.

Riassunto del capitolo 5 dei Promessi Sposi

Fra Cristoforo a consiglio con le donne e con Renzo. Fra Cristoforo viene informato degli avvenimenti: indignato e preoccupato, medita sulle possibili soluzioni, e decide infine di rivolgersi direttamente a don Rodrigo e tentare di distoglierlo dai suoi iniqui propositi.

Fra Cristoforo si reca al palazzo di don Rodrigo. cappuccino si reca all'isolato e minaccioso palazzotto di don Rodrigo, e viene accolto con il rispetto, ma anche con la diffidenza che caratterizza i rapporti fra i signori laici e gli uomini di chiesa.

Il banchetto in casa di don Rodrígo. Don Rodrigo è a pranzo con il cugino Attilio, suo compagno di prepotenze, con il podestà e con altri ossequiosi adulatori, fra i quali l'vvocato Azzecca-garbugli. Il banchetto è di una chiassosa volgarità, vi si dibattono vane questioni di cavalleria, e vi si trattano problemi politici e sociali quali la guerra in corso tra Francia e Spagna e la carestia che minaccia il territorio. Fra Cristoforo è costretto ad assistere e partecipare ai discorsi.

Fra Cristoforo e don Rodrigo si ritirano a colloquio. Don Rodrigo è infastidito dalla presenza del frate, ma non potendo evitarlo, lo invita ad appartarsi in un'altra sala.