Riassunti dei Promessi Sposi

Riassunto del capitolo 12 dei Promessi Sposi

Cronaca della carestia nel milanese. lnizia un breve "saggio storico" dell'Autore sulla carestia che sta piagando il Milanese. Come prima cosa, ne indica le cause: la scarsità del rac­colto e gli approvvigionamenti militari.

Milano in sommossa. La penuria di farina determina gli aumenti del prezzo del pane, e questo provoca la rabbia popola­re. Gli interventi dell'amministrazione pubblica, e in particolare il cal­miere dei prezzi imposto dal cancelliere Ferrer, acuiscono la crisi e le tensioni fra le vane componenti sociali. La furia e l'ignoranza della gente individua nei fornai i principali nemici.

L'assalto al "forno delle grucce". Proprio ii giorno in cui Renzo entra in Milano, l'11 novembre 1628 (giorno di san Martino), la rabbia del popolo esplode in modo irrazionale e violen­to, dando l'assalto a un forno chiamato "delle grucce".

Renzo si unisce ai tumulti. Quando Renzo soprag­giunge, il saccheggio è già quasi compiuto. La gente si riunisce in piazza del duomo, tenta l'attacco a un altro forno, e poi si dirige minacciosa verso il palazzo del vicario di provvisione, l'ufficiale pub­blico responsabile delle forniture alimentari della città, e quindi ber­saglio "naturale" di una folla rabbiosa e sconsiderata.