Riassunti dei Promessi Sposi

Riassunto del capitolo 8 dei Promessi Sposi

II tentativo di "matrimonio a sorpresa. Mentre Agnese distrae Perpetua fingendo di trovarsi a passare per caso di lì, Renzo e Lucia entrano in casa di don Abbondio insieme a Tonio e Gervaso. Lo colgono di sorpresa, ma Lucia non fa in tempo a pro­nunciare la formula di rito che ii curato è già sfuggito: si chiude in camera e chiede aiuto a gran voce. II sacrestano gli viene in soc­corso suonando a martello le campane.

II fallito rapimento di Lucia. Intanto i bravi stanno mettendo in atto ii loro piano: attesa la notte, penetrano in casa di Lucia, ma con grande sorpresa la trovano deserta. In quel momen­to sentono i rintocchi delle campane, e presi dal timore si ritirano in tutta fretta.

Il paese in subbuglio. II suono delle campane sveglia il paese, e in molti accorrono alla casa del curato, dove nel frat­tempo la compagnia dei promessi sposi si è dileguata. Don Abbondio preferisce tacere l'incidente, e i paesani stanno per rien­trare quando giunge notizia dei briganti penetrati a casa di Lucia: nella più grande confusione la folla accorre senza trovare nessuno, mentre si diffondono le piu diverse voci sul subbuglio notturno.

La fuga del promessi sposi dal paese. Renzo, Lucia e Agnese stanno tornando a casa, quando incontrano un ragazzi­no mandato da fra Cristoforo per avvertirli dell'incursione dei bravi: si recano subito al convento, dove il cappuccino ha già organizzato la loro fuga. Le donne troveranno accoglienza al convento di Monza, mentre Renzo dovrà andare a Milano.

Addio, monti. La fuga notturna comincia con la traversata del lago, accompagnata da pensieri di tristezza per l'ab­bandono del proprio paese, sullo sfondo di un tacito e sereno chia­ro di luna.